Avatar

AVVISO IMPORTANTE CELEBRAZIONI IN CHIESA

by Redazione sito web on

Alle Comunità di
San Michele Arcangelo
San Sisto II
San Francesco di Paola

Carissimi fedeli, quella di oggi è stata una giornata di profonda riflessione e di continuo confronto per mettere insieme tanti bisogni e tante perplessità e fare le scelte migliori per tutti.
Il tempo della ripresa delle celebrazioni, tanto atteso, sembra essere giunto. Con responsabilità e senso civico abbiamo contribuito al contenimento della pandemia benché questo ci abbia chiesto il sacrificio di interrompere le celebrazioni pubbliche. Ed è con la stessa responsabilità che ripartiremo con la giusta gradualità.
Quello che sembra essere un problema solo sanitario è, in realtà, un dilemma anche pastorale. Ripartire, ma come? Cosa fare, non solo perché si possa andare di nuovo a Messa, ma perché possiamo incontrarci come comunità? Come riappropriarci del piacere dell’incontro senza la paura dell’altro come possibile portatore di contagio? Come sentirci ancora famiglia senza poterci abbracciare, stringere la mano, intrattenerci per una parola? Come gestire il numero limitato di posti nelle nostre piccole chiese? E come evitare il moltiplicarsi di celebrazioni che, se risolvono l’assembramento, danneggiano la comunione? Ancora, come mettere insieme chi è già pronto per tornare in un luogo pubblico e chi ha ancora paura di farlo? Quante domande ci siamo posti!
In questi due mesi, se da una parte abbiamo sofferto per la mancanza dell’incontro fisico con la comunità, dall’altra abbiamo gioito nell’aver instaurato un rapporto di amicizia e di preghiera tra le nostre tre comunità. In qualche modo, siamo stati ricompensati per lo sforzo fatto. Non possiamo non tener conto di tutto questo, e di altro ancora, in questa ripresa. Considerato il profondo desiderio di voler continuare insieme la celebrazione del mese di maggio, abbiamo ritenuto opportuno pensare una adeguata modalità che consentisse al contempo la ripresa e la continuità. Quanto sarebbe sbagliato abbandonare il cammino insieme per un egoistico bisogno personale più che comunitario! Inoltre, non possiamo non tener conto della paura e dello smarrimento di tanti travolti dalla pandemia. Ad ognuno di noi deve essere concesso il tempo per ricominciare, non da ciò che abbiamo lasciato, ma da ciò che abbiamo trovato. Pertanto, fino al 31 maggio continueremo a celebrare insieme alternando una sera in ogni parrocchia. Mentre i fedeli della parrocchia in cui si celebra potranno partecipare fisicamente, sempre rispettando il numero massimo di partecipanti e le norme igienico sanitarie, gli altri fedeli potranno seguire la celebrazione attraverso la radio. Nei giorni in cui non si celebra in una determinata parrocchia, assicureremo degli orari per le confessioni e, per chi lo desiderasse, la possibilità di ricevere la comunione.
Sappiamo che la gradualità della ripresa possa sembrare un ulteriore sacrificio, ma vi invitiamo a considerare che un immediato ritorno alla normalità – se mai si ritornerà a quella normalità di prima – che dimentichi quanto vissuto fino ad ora, può essere un male ancora più grande. La comunione è sempre uno sforzo e ognuno di noi ha il dovere di sforzarsi per costruirla. Perciò, guardiamo a queste due prime settimane di ripresa come ad un rialzarci apparentemente lento, ma necessariamente insieme. Avremo, così, anche modo di leggere l’andamento della pandemia in questa bella ma delicata fase 2, e di gestire al meglio le celebrazioni nel rispetto delle norme.
Siamo certi che apprezzerete e ci supporterete in questo desiderio di comunione di comunità. Il nostro celebrare insieme come presbiteri vuole essere anche una testimonianza di fraternità sacerdotale.
Di seguito il calendario delle celebrazioni che avranno i seguenti orari: 19.00 Santo Rosario e 19.30 Santa Messa.
Come noterete, alternando tre parrocchie non sarebbe possibile assicurare a tutte e tre la Messa domenicale (che si celebra sia il sabato che la domenica). Pertanto, nella Parrocchia San Francesco di Paola la Messa domenicale sarà celebrata al mattino.

La Madonna, Madre che tiene uniti, ci accompagni in questa audace e coraggiosa scelta di comunione. Vi benediciamo.

Avatar

Written by: Redazione sito web

3 Comments

Michele

Sarei X prenotazioni dei partecipanti fino ad una normalizzazione del nuovo sistema, poi si potrà adeguare ..

Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.